A cosa serve un server DNS?


I server DNS (Domain Name Service) si occupano di convertire i nomi di dominio nei rispettivi indirizzi IP. Come già sapete, tutti i computer collegati ad internet posseggono un numero o indirizzo IP (Internet Protocol) costituito da una sequenza di quattro numero separati da un punto, come i seguenti esempi indicano:

212.103.192.10
64.78.21.10
209.85,.135.103

E’ ovvio, che ricordare gli indirizzi IP sarebbe quasi impossibile, e quindi per facilitare il tutto, meglio associare un nome ad un indirizzo IP. Quindi, quando apriamo il browser internet (Firefox o Internet Explorer che sia), e digitiamo nella barra degli indirizzi, il sito da trovare, il nostro GNU/Linux interrroga il server DNS della rete locale e richiede l’indirizzo IP associato. Questa operazione viene eseguita a diversi livelli DNS finchè l’informazione dell’IP non viene trovata.

Nel nostro sistema GNU/Linux i server DNS sono indicati nel file /etc/resolv.conf e questi permettono l’associazione nome dominio -> indirizzo IP.

Quindi in sintesi: ad un nome dominio corrisponde un indirizzo IP e questo è possibile grazie ai server DNS.

No votes yet.
Please wait...
Voting is currently disabled, data maintenance in progress.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

19 − 4 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.